Come usare la laserlipolisi per combattere cellulite ed adiposità localizzate

La laserlipolisi è una tecnica medico-estetica di grande efficacia nel migliorare le aree colpite da piccole o medie adiposità localizzate come addome, glutei, polpacci, cosce ed interno braccia.

Si basa sull’utilizzo di una luce laser che, sfruttando l’effetto del calore, stimola una tonificazione della cute a partire dal suo interno. Si tratta di una procedura medica che deve essere eseguita in sala operatoria previa leggera sedazione e anestesia locale nella zona da trattare.

Promette risultati simili a quelli di una liposuzione ma senza utilizzare il bisturi quindi con minori rischi operatori e tempi di recupero immediati: non è previsto il ricovero e il paziente può tornare a casa poco dopo il termine del trattamento.

La sonda laser viene introdotta nell’adipe da trattare e va a colpire, direttamente, le cellule adipose riscaldandole fino a farle scoppiare, liberando in questo modo il loro contenuto di grasso che verrà poi smaltito tramite le vie linfatiche (per questo è consigliabile eseguire una dieta depurativa e povera di grassi nel periodo successivo al trattamento in modo da non sovraccaricare fegato e reni già impegnati nello smaltimento delle scorie prodotte dal riscaldamento laser).

Si può tornare al lavoro già a partire dalla giornata successiva ma deve essere indossata una guaina contenitrice per almeno 3 settimane.

Generalmente non si osservano grossi effetti collaterali tuttavia è possibile riscontrare modici gonfiori o piccoli ematomi che si risolveranno nel giro di qualche giorno. Il trattamento non è indicato in caso di gravidanza, allattamento, terapie con anticoagulanti o pazienti con patologie degenerative.

Prima di sottoporvi alla laserlipolisi, consigliamo sempre di effettuare un’analisi dell’adiposità che vi permetterà di conoscere la reale composizione dei tessuti sottostanti, identificando la presenza di tessuto adiposo anche in zone dove non risulta visibile ad occhio nudo o riscontrabile alla palpazione.

L’analisi dell’adiposità si svolge mediante termografia a contatto, una speciale tecnologia basata sull’utilizzo di lastre termografiche a cristalli liquidi che, una volta appoggiate alla zona da analizzare, riflettono la composizione dei tessuti sottostanti permettendo di identificare e classificare le zone adipose: un esame facile ed indolore che, volendo, può essere ripetuto anche dopo il trattamento per vederne i reali progressi.

L’analisi termografica è un esame a cui può sottoporsi chiunque, data la sua totale assenza di controindicazioni, ed è disponibile nei migliori centri estetici e medico estetici, oltre che nei migliori studi nutrizionali ed in alcune selezionate farmacie.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.