La tecnologia Viss per la lotta alla cellulite

La terapia anticellulite con la tecnologia Viss è arrivata per la prima volta in Italia nel 2006 ma la sua sperimentazione risale al 1978 (fu addirittura la Nasa a testare per prima i benefici biologici delle vibrazioni); con gli anni, poi, si è provveduto a trasformarla in una vera e propria terapia medico estetica efficace per il trattamento degli inestetismi della cellulite.

Viss è, infatti, l’acronimo di Vibration Sound System e risulta omologato dal Ministero della Salute per il trattamento di oltre 15 differenti patologie.

Si basa sull’emissione di frequenze meccano-sonore che producono onde sonore in grado di stimolare, in modo mirato, il tessuto muscolare da trattare migliorando la circolazione linfatica ed il microcircolo artero-venoso: in questo modo è possibile combattere efficacemente anche la ritenzione idrica.

Il trattamento Viss ha una durata variabile tra i 10 ed i 30 minuti, a seconda della zona da trattare e la seduta non comporta nessun tipo di dolore o di fatica. È possibile tornare fin da subito alla normale attività e, fatto salvo un lieve arrossamento della zona trattata (che sparirà nell’arco di qualche ora), non sono presenti particolari effetti collaterali.

Questo trattamento non è adatto a donne in gravidanza o durante la fase di allattamento, donne con aritmie, malattie cardiovascolari o pacemaker e donne con trombosi venosa alle gambe.

Il numero di sedute necessario è molto variabile, a seconda della reale condizione della cellulite da trattare: per questo il nostro suggerimento è quello di affidarsi ad un centro medico o estetico dotato di termografia a contatto, un’analisi in grado di classificare correttamente lo stadio della cellulite della paziente.

Attraverso l’utilizzo di lastre termografiche a cristalli liquidi, appoggiate sulla zona da trattare, sarà possibile visualizzare (con immagini a colori e ad alta risoluzione) la reale composizione del tessuto sottostante, potendo distinguere la presenza di eventuali noduli o ristagni.

L’analisi termografica della cellulite non ha alcun tipo di controindicazione, pertanto può essere ripetuta prima e dopo ogni seduta, in modo da controllarne i progressi di volta in volta. Un ciclo medio di Viss prevede dalle 3 alle 6 sedute, a seconda dei risultati ottenuti.

Per chi volesse enfatizzare ulteriormente i risultati del trattamento, è possibile abbinarlo alla radiofrequenza, migliorandone i risultati.

No Comments

Post A Comment