Come prevenire la cellulite? Perché compare questo inestetismo?

La cellulite, chiamata anche pannicolopatia edemato-fibro-sclerotica (o liposclerosi) è una patologia generata da un’alterazione del tessuto sottocutaneo.

Si manifesta con il tipico inestetismo “effetto buccia d’arancia” che compare, prevalentemente, in zone come cosce e glutei ma può formarsi anche sulla pancia e sulle braccia.

Si tratta di uno stato infiammatorio caratterizzato dall’aumento del volume delle cellule adipose negli spazi intracellulari (dove si accumulano i liquidi in eccesso) che rallentano il sistema linfatico, portando a ritenzione idrica e cellulite.

I fattori che, principalmente, determinano la comparsa di questo inestetismo, sono da attribuire, principalmente, a rallentamento del microcircolo, ristagno dei liquidi e carenza di ossigeno nei tessuti.

Le cause, invece, sono da ricercare in:

  • Stile di vita sedentario;
  • Eccesso di consumo di alimenti preconfezionati;
  • Dieta troppo ricca di sale e zucchero;
  • Consumo di bevande alcoliche;
  • Utilizzo di indumenti troppo compressivi;
  • Utilizzo prolungato di scarpe con tacco alto;
  • Fumo;
  • Stitichezza;
  • Predisposizione genetica;
  • Sovrappeso;
  • Variazione o squilibri ormonali;
  • Patologie del metabolismo.

La sua insorgenza può dipendere anche da una predisposizione personale, o da squilibri ormonali: infatti, è più facile che si sviluppi durante fasi della vita in cui l’organismo è soggetto a cambiamenti ormonali come adolescenza, gravidanza e menopausa.

Come per ogni disturbo, nonostante esistano numerosi trattamenti (sia medici che estetici o di cosmesi) è sicuramente meglio agire in ottica preventiva rispetto a quella curativa.

Su questo fronte, possiamo contare su un’innovativa tecnologia chiamata “termografia a contatto” che permette di rilevare, e classificare la cellulite, anche quando non ancora visibile ad occhio nudo o riscontrabile alla palpazione.

Questo è un enorme vantaggio che permette di intervenire ed agire tempestivamente, ad esempio modificando dieta e stile di vita, o utilizzando una buona crema anticellulite, senza dover ricorrere a trattamenti curativi, o conservativi, ben più costosi e, a volte, invasivi.

La termografia a contatto si basa sull’utilizzo di lastre termografiche a cristalli liquidi che, una volta applicate sulla cute nella zona da analizzare, reagiscono cambiando colore e riflettendo, tramite immagini a colori, ad alta risoluzione, quello che avviene nei tessuti sottostanti.

Si tratta di un’analisi estremamente facile, veloce e ripetibile dato che non presenta alcun tipo di controindicazione.

Il sistema è prodotto in Italia, da IPS, ed è protetto da brevetto internazionale a tutela della sua validità scientifica.

È possibile trovarla nei migliori centri estetici o medico estetici, in alcune farmacie e presso lo Studio dei migliori nutrizionisti.

No Comments

Post A Comment